Miopia e Progressione Miopica

La miopia è il difetto visivo più diffuso tra la popolazione e rende difficile la visione per lontano. In Italia su 21 milioni di persone con difetti visivi, i miopi superano la metà, raggiungendo i 12 milioni.

Indice

  1. La miopia e le sue cause
  2. Come ridurre la progressione della miopia
  3. Miopia e istruzione
  4. Lenti a contatto
  5. Lenti a contatto multifocali
  6. Ortocheratologia
  7. Per concludere
  8. Fonti

La miopia e le sue cause

La miopia è il difetto visivo più diffuso tra la popolazione e rende difficile la visione per lontano. In Italia su 21 milioni di persone con difetti visivi, i miopi superano la metà, raggiungendo i 12 milioni.

Le cause della miopia sono molteplici; la componente ereditaria gioca un ruolo rilevante e le altre cause sono legate alla lunghezza del bulbo oculare e al potere delle lenti interne ai nostri occhi.

Questo difetto visivo è in aumento tra la popolazione ed è stato stimato che, in tutto il mondo, entro i prossimi 10 anni i miopi aumenteranno fino a due miliardi e mezzo, superando in Asia il 50%. (1)
Alla miopia elevata, ovvero superiore alle 6 diottrie, sono associate anche le principali cause di cecità. Infatti nei soggetti con miopie elevate, aumentano i rischio di patologie oculari quali cataratta, glaucoma, distacco retinico e degenerazione maculare.

Come ridurre la progressione miopica

Come fare quindi a ridurre la progressione della miopia?

I fattori ambientali e le abitudini quotidiane posso influenzare la miopia, soprattutto nei bambini con tendenza al peggioramento. Trascorrere molto tempo davanti agli schermi dei computer, dei tablet e degli smartphone aumenterebbe l’affaticamento visivo e potrebbe accelerare il decorso di questo deficit. La postura quando scrivono, studiano e fanno i compiti non dovrebbe essere troppo vicino al foglio: un suggerimento potrebbe essere appoggiare il gomito alla scrivania e la mano sotto al mento, così da mantenere un’adeguata distanza. Anche l’illuminazione è importante: il bambino non dovrebbe lavorare con ombre sulla scrivania, grandi finestre di fronte a sé, né abbagliamenti sul libro.
L’ideale sarebbe accendere la luce centrale della stanza ed una locale sul piano di lavoro. Se utilizzano il computer o il tablet è bene che questi abbiano una luminosità omogenea rispetto a quella ambientale e che distolgano lo sguardo dallo schermo per 20 minuti almeno ogni 2 ore. Tutte queste regole non solo contribuiscono a rallentare la progressione miopica ma mettono il bambino nelle condizioni di minor affaticamento visivo e quindi una miglior performance scolastica.

Miopia e istruzione

Esiste una forte correlazione tra istruzione e miopia. Uno studio su un campione di adulti cinesi di Singapore ha evidenziato un aumento della lunghezza del bulbo oculare di 0,60 mm per ogni decade di educazione. (4)
Il livello di istruzione può influire sulla miopia alla pari delle attività prossimali. (5)

Lenti a contatto

Ciò che risulta interessante è che il rallentamento della miopia si può ottenere anche con le lenti a contatto.

In una ricerca presentata alla 14esima conferenza internazionale sulla miopia (3), sono state applicate lenti a contatto giornaliere convenzionali su bambini dagli 8 agli 11 anni. Dopo 6 mesi di porto, la lunghezza del bulbo oculare e il valore della miopia risultavano inferiori, ma una volta terminato l’utilizzo di queste lenti, la lunghezza tornava ai valori iniziali.

Lenti a contatto multifocali

Un secondo approccio è quello di utilizzare lenti a contatto multifocali, normalmente applicate nei soggetti con difetti visivi che a causa dell’età diventano presbiti. L’uso di lenti a contatto multifocali per il controllo della miopia è stato studiato più volte nel corso degli anni. Queste lenti contengono diversi focali, grazie alle quali il soggetto con più di un difetto visivo può vedere nitidamente a tutte le distanze. Uno studio (6) ha dimostrato che il porto per 2 anni di questo tipo di lente su bambini dagli 8 agli 11 anni ha apportato fino al 50% in meno di progressione miopica e fino al 30 % in meno di allungamento del bulbo oculare rispetto ai coetanei che hanno indossato lenti a contatto convenzionali.

Ortocheratologia

Una tecnica ormai diffusa e che sta diventando sempre più popolare è l’ortocheratologia. Tale tecnica prevede di indossare lenti a contatto rigide-gas permeabili durante il sonno: grazie ad una particolare geometria sono in grado di modificare la superficie della cornea, appiattendo la zona centrale e rendendola meno miope. Questo modellamento è del tutto reversibile infatti la cornea ritorna alla sua forma originale entro le 8 settimane.
Il più grande studio (7) clinico sull’efficacia del trattamento ortocheratologico della durata di 5 anni ha conivolto più di 150 bambini di età compresa tra gli 8 e i 14 anni ed ha dimostrato che dopo 3 anni il gruppo sottoposto ad ortocheratologia ha manifestato un aumento della miopia di sole 0,17 diottire mentre il gruppo corretto con lenti a contatto morbide convenzionali ha subito un aumento medio della miopia di 1,01 diottrie. In questo caso la riduzione della progressione miopica risulta essere dell’85%.

Per concludere

I dati degli studi riportati in letteratura evidenziano un aumento della miopia che colpisce tutta la popolazione. Anche se la predisposizione genetica gioca un ruolo fondamentale, fra i responsabili principali dell’aumento dell’incidenza di questo disturbo della vista c’è l’uso scorretto ed eccessivo delle nuove tecnologie: televisori, computer, smartphone e tablet.

E’ bene quindi far giocare di meno i propri figli con il tablet e di più all’aria aperta: bastano 40 minuti al giorno per ritardare la comparsa del disturbo visivo e produrre effetti benefici a lungo termine.

Fonti

  1. Prevalence of Myopia and High Myopia and Temporal Trends from 2000 through 2050 Brien A. Holden, PhD, DSc,1,2 Timothy R.
    Fricke, MSc,1 David A. Wilson, PhD,1,2,3 Monica Jong, PhD,1 Kovin S. Naidoo, PhD,1,2,3 Padmaja Sankaridurg, PhD,1,2 Tien Y.
    Wong, MD,4 Thomas J. Naduvilath, PhD,1 Serge Resnikoff, MD1,2
  2. Global Effect of Time Spent Outdoors at School on the Development of Myopia Among Children in ChinaA Randomized Clinical
    Trial Mingguang He, MD, PhD 1,2 ; Fan Xiang, MD, PhD 1,3 ; Yangfa Zeng, MD 1 ; et al
  3. Soft Contact Lenses with Positive Spherical Aberration for Myopia Control
    Cheng, Xu; Xu, Jing; Chehab, Khaled; Exford, Joan; Brennan, Noel Optometry and Vision Science: April 2016 – Volume 93 – Issue 4
    – p 353–366
  4. Wong TY, Foster PJ, Ng TP, Tielsch JM, Johnson GJ & Seah SK. Variations in ocular biometry in an adult Chinese population in
    Singapore: the Tanjon Pagar Survey. Invest Ophthalmol Vis Sci 2001; 42: 73-8
  5. Morgan I & Rose K. How genetic is school myopia? Prog Retin Eye Res 2005; 24: 1-38.
  6. Multifo al Conta t Lens Myopia Control Jeffrey J. Walline*, Katie L. Greiner , M. Eliza eth M Vey , and Lisa A. Jones-Jordan
    OPTOMETRY AND VISION SCIENCE 1040-5488/13/9011-1207/0 VOL. 90, NO. 11, PP. 1207 – 1214
  7. Davis R. Eiden SB. Stabilisation of myopia by accelerating reshaping technique (SMART) study. Third year interim report.
    Specialty Contact Lens Symposium Meeting, 2011. Las Vegas.

 

Vanessa Bonezzi

Vanessa Bonezzi – Optometrista
www.vedercibene.com
contact@vedercibene.com

Commenta questo post

Commenta questo post